24/04/2017 05:34:09  
 
E’ forse il tempo di due Regioni?

23/04/2017
Potrebbe apparire una bestemmia, ma i fatti consegnano una netta smentita. La Campania, vista come estensione territoriale, fa registrare una profonda divisione di gestione amministrativa. Le zone interne vivono di abbandono e pesanti penalizzazioni rispetto alla fascia costiera Napoli-Salerno, interessata da un significativo sviluppo. 

Riflettere per risorgere

16/04/2017
Buona Pasqua. Anche se gli accadimenti di queste ore non invitano all’ottimismo. Preoccupa una possibile guerra dietro l’angolo: crea ansia e angoscia. Come la continua strage dei migranti, che si inabissano nel Mediterraneo. 

In questo mondo.... e qui

09/04/2017
Il mondo in queste ore è attraversato da tragedie immani. In Siria, violando ogni principio di umanità, si uccidono inermi cittadini, soprattutto bambini, facendo uso di armi chimiche. La risposta di Trump è immediata. Missili atterrano nel paese governato da Assad, lanciando un chiaro avvertimento: pronti alla guerra.  

C’era una volta un Teatro

02/04/2017
Non posso crederci: il teatro Carlo Gesualdo viene messo in liquidazione. E’ uno schiaffo alla città, alla sua cultura, alle sue tradizioni e alla sua voglia di futuro. Domani in Consiglio comunale Paolo Foti celebrerà i funerali dell’Istituzione. Si consuma così una delle pagine più tristi per l’Irpinia e la città.

L’Europa che verrà

26/03/2017
Di Europa non si era mai parlato, e scritto, così tanto. Segno che, al di là delle occasioni celebrative, c’è volontà di recupero di una entità molto discussa, scossa da un populismo che ne mina la credibilità e contro cui occorre far valere la solidarietà. 

Una rivoluzione meridionale

19/03/2017
La riflessione del segretario generale della Cei e vescovo emerito di Cassano all’Jonio, Nunzio Galantino, sul Mezzogiorno e la crisi profonda che attraversa, offre una occasione di ripensamento sull’eterna questione meridionale. 

Avellino, città senza futuro

12/03/2017
Una città agonizzante. Senza un progetto. Travolta dalle emergenze. Un partito, il Pd, lacerato. Da una, cento, tante posizioni. Un Consiglio comunale allo sbando, senza una maggioranza coesa. Infine un sindaco incapace di reagire. Prigioniero di una burocrazia sempre più invadente e di un partito che ormai sembra avergli voltato le spalle.

Quelle mazzette sotto le lenzuola che davano potere

05/03/2017
Non dimenticherò mai quella sera dell’estate 1987 allo stadio Partenio. Da poco si era conclusa la partita dell’Avellino (serie A) contro una squadra straniera. All’uscita degli spogliatoi fui violentemente aggredito da un tifoso. Botte da orbi. Ricorsi alle cure ospedaliere.

Sognando il Mezzogiorno

26/02/2017
Questo Sud è in agonia. E’ prigioniero della malapolitica. E’ travolto dai poteri criminali. Tradito, offeso, umiliato non riesce più a reagire. Lo stato sociale è inesistente. Servizi, sanità, sono solo bocconi di un potere arrogante, clientelare e trasformistico. Così il Mezzogiorno cambia il suo volto. Presenta il conto con fenomeni imprevedibili come quello della criminalità minorile che non ha regole.

Pd, una grande occasione sciupata

22/02/2017
No, non è una doccia fredda. La scissione del Pd era da tempo nell'aria. Tra i vertici del partito che, rinchiusi nelle logiche di potere, avevano perso il contatto con la realtà. Quella del Paese reale e dei suoi disagi. Non a caso, mentre nel Nazareno si discuteva di come riparare il guasto politico, nel tentativo di salvare il salvabile, nella Roma capitale tassisti e ambulanti, provenienti da tutta Italia, si scontravano con le forze dell’ordine rivendicando diritti negati. 

Non è mai finita

19/02/2017
Quella fu una grande stagione. Con molte luci e non poche ombre. Anche se, io credo, e i fatti lo oggi lo testimoniano, tangentopoli fu, è, e sarà italico costume. E non solo. Che ci fosse necessità di fare pulizia nel rapporto politica- affari si ricavò subito dalla reazione della pubblica opinione che si ebbe ad ogni tintinnio di manette. 

Chiesa e Mezzogiorno

12/02/2017
Non è certo la prima volta che la Chiesa si occupa della questione meridionale. E, più in generale, del dramma della disoccupazione giovanile. In realtà la recente iniziativa del cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, di affrontare il tema a Napoli, alla presenza di tutti i vescovi del Sud, ha non pochi precedenti, a cominciare, per stare solo al secolo scorso, dal 1947 quando proprio nel capoluogo campano si svolse la «XXI settimana sociale dei cattolici», sul tema «I problemi della terra e del lavoro», con la partecipazione di tutti i vescovi del Mezzogiorno. 

La sconfitta della solidarietà

05/02/2017
La situazione politica in Italia è grave ma non è seria" ripeterebbe Ennio Flaiano. Il Paese è allo sbando, travolto da problemi gravissimi, eppure esso si avvita sulla discussione che riguarda se andare o meno al voto anticipato.

Grazie Avvocato

29/01/2017
E’ andato via con la pena nel cuore. Avendo negli occhi gli scatoloni ricolmi di libri e la protesta inascoltata di dare loro una dignitosa collocazione. Gerardo Marotta, l’avvocato-filosofo, profeta di un nuovo meridionalismo, si è spento tra lusinghe e promesse.

De Sanctis e il Mezzogiorno

22/01/2017
Il 2017 ci offre una grande occasione di riflessione. Le manifestazioni indette per celebrare il bicentenario di Francesco De Sanctis si collocano nella crisi attuale del Mezzogiorno attraversato dalla riproposizione di mali antichi a cui si aggiungono quelli nuovi. La dimensione della questione morale affrontata dal De Sanctis è ancora centrale come lo è il valore della libertà, bene irrinunciabile nella difesa della propria identità.

La perversione dei patti scellerati

15/01/2017
C'è un unico filone che accomuna il ruolo sempre più marginale che vanno assumendo il capoluogo e l’intera provincia irpina: quello della perversione dei Patti scellerati. Essi si collocano nello spazio della debolezza della politica e nell’affarismo della gestione amministrativa delle risorse pubbliche. 

Una città senza cuore

08/01/2017
 Inaccettabile. Morire di fame e di freddo tra le mura di quel monumento all’ignavia che è il Merc(k)atone di via due Due Principati, nel cuore della città. Un’opera dal cantiere infinito che rappresenta la grande vergogna del dopo terremoto. Bisognava spendere fondi pubblici, dare alla città un centro commerciale, riannodare la parte storica con il centro cittadino.

Mattarella e il sogno italiano

02/01/2017
Ci sono dei passaggi nel discorso di fine d’anno del Capo dello Stato agli italiani che invitano alla riflessione. Tra questi il problema lavoro-occupazione-disoccupazione merita decisamente particolare attenzione.

Vedrai, vedrai che passerà

31/12/2016
Ecco un altro brano di storia che va via: il 2016. Difficile fare un bilancio in grado di consegnare ottimismo. Troppe le delusioni, tante le amarezze, davvero pochi i giorni felici. Il Paese si è perduto tra corruzione, malapolitica, criminalità dilagante. 

Un sereno Natale

24/12/2016
In fondo basterebbe dire solo “auguri” per trasmettere ai lettori un sentimento che racchiude insieme auspicio di pace, solidarietà e bene comune. Poi, ripensandoci, e senza farsi prendere dalla retorica, credo che il solo augurio possa non bastare più in questo nostro mondo travagliato da fatti sconvolgenti.



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.