21/01/2017 01:10:17  
 
In questo mondo...

24/08/2014
E tu chiamala estate questa estate in un mondo che non riusciamo più a decifrare. Stiamo assistendo ad un impazzimento generale dal microcosmo – le famiglie devastate – al macrocosmo, gli scenari internazionali. E tutto ci procura infinita ansia. Accade per i continui morti nel Medio Oriente, in quella sciagurata guerra tra israeliani e palestinesi; accade in Iraq con l’Isis, nemico numero uno dell’America, e non di meno con gli jihadisti e la loro persecuzione contro i cristiani, spazzati via come da un impetuoso vento che trascina e abbatte tutto con sé e fa centinaia di morti con inaudita violenza.  

Una questione morale

22/08/2014
E così il Comune di Avellino batte cassa e bussa ai cittadini. Ciò significa che si riapre, con il rientro dalle ferie, il discorso sul dissesto finanziario, tema che si è voluto sempre evitare, ma che diventa quasi una strada obbligata. Ma non è questo il dramma. Esso è in una città allo sbando. Senza politica e senza partiti. Nella quale basta un non niente per spalancare le porte alla crisi. Prendete il caso del tunnel. Per mesi, e anni, si è discusso se farlo o meno. Poi quando i lavori hanno preso avvio più che discutere sul come accelerarli ci si è spinti nel pettegolezzo contro l’assessore che, probabilmente, ha avuto il coraggio di dire la sua.

La nuova Provincia

17/08/2014
Ed ora tutti al lavoro. C’è bisogno di recuperare il tempo perduto e ridare alla nostra terra quella necessaria fiducia che è generata dalle certezze. Il primo appuntamento politico è la elezione della nuova Provincia. Si voterà per eleggere dodici consiglieri che, a loro volta, sceglieranno il presidente. Per la presentazione delle liste c’è tempo fino al 22 settembre, mentre le urne si apriranno il 12 ottobre.

Ferragosto occasione di riflessione

15/08/2014
Buon ferragosto. A quanti, nel mondo, sono in trincea, rischiando la vita per affermare il diritto alla pace. E come è accaduto l’altro giorno per il giovane collega Simone Camilli, ucciso nella striscia di Gaza, per raccontare le atrocità di una guerra ormai senza fine. Buon ferragosto a quanti, in questo giorno che dovrebbe essere dedicato alla gioia e alla spensieratezza, vivono nella povertà più assoluta, costretti a rinunciare anche ai ben primari.

Questo Sud tra speranze e delusioni

14/08/2014
Caro presidente, la Sua scelta di tornare da premier nel Mezzogiorno d'Italia è un segno di attenzione che stavamo aspettando in questo vasto territorio che custodisce le migliori testimonianze di una nobile storia, ma che ha anche profonde ferite da guarire e nuove emergenze. La sua visita ha caricato il Mezzogiorno di una grande fiducia: nella mente e nel cuore.

Questo ferragosto aspettando settembr e

10/08/2014
Tra tante incertezze metereologiche si avvia verso la conclusione la stagione delle ferie che, a dire il vero, per tempi e qualità, ha risentito non poco della crisi che non si decide a lasciarci. Ora è già tempo di previsioni e di scenari che si presenteranno a cominciare dal mese di settembre, generalmente indicato come quello della ripresa. Se sul piano nazionale forte è il desiderio del cambiamento del Paese (il primo passo per l’eliminazione del Senato ne è un esempio), su quello regionale, in particolare della Campania, la ripresa vedrà come primo appuntamento la vigilia elettorale per la elezione del presidente della giunta e il rinnovo del Consiglio regionale. 

Avellino merita rispetto

27/07/2014
Osservo, con grande tristezza, ma anche consapevolezza dei limiti altrui, quanto si va verificando nella città di Avellino. E, soprattutto, nella sede istituzionale: il Consiglio comunale. Dico, senza tirarla troppo per le lunghe, che tra maggioranza e opposizione si è registrato da tempo un corto circuito. Esso penalizza la città, avviata sempre più verso la deriva. E' qui d'obbligo esaminare le forze (!) in campo. La maggioranza è completamente allo sbando, lacerata da furibonde liti e tentativi di posizionamento nelle stanze del potere. Sovrana regna l'incertezza e il cittadino si sente gabbato. Il tempo scorre inesorabile tra promesse di rimpasti e riavvio dei cantieri bloccati. Da un anno è così.

Un indegno spettacolo

20/07/2014
Credetemi: mancavo da una seduta di Consiglio comunale nella mia città da più di un anno e mai avrei immaginato di assistere allo spettacolo indegno e indecoroso come è accaduto nella notte di venerdì. Solo allora mi sono reso conto perché Avellino sta morendo, è in coma profondo. Della città, delle sue emergenze, dei suoi bisogni non si è affatto parlato. Né lo ha fatto il primo cittadino nella sua scena muta, mentre gli altri si accapigliavano. In discussione c’era poco più che un piccolo straccio di potere e tutti ad azzannarsi sul come spartirselo.

Il coraggio della verità

19/07/2014
Ci sono tanti modi per fare il giornalista. Quello scelto da Michele Albanese, il collega de “Il Quotidiano del Sud” da qualche giorno sotto scorta, onora l'intera categoria. I suoi reportage trasudano verità sofferte e, in essi, il coraggio del racconto è sempre al centro dell’indagine del reale. Ma è il contesto, avrebbe detto Leonardo Sciascia, a rendere tutto più difficile. Qui, dove la melma del malaffare e dei poteri nascosti conosce solo la strategia della violenza e della morte, indagare per svelare connivenze e latrocini, diventa molto più che difficile: un azzardo. Porsi come testimoni del tempo diventa un oltraggio.

Agire con fatti non con lamenti

13/07/2014
C’è una sorta di maledizione sulla città di Avellino. Un senso di impotenza che rende tutto vano, che, come un’idrovora inghiottisce parole e promesse. Da una parte c’è un governo locale che è chiuso nel suo immobilismo, che si lamenta, che non trova la strada dei fatti e si compiace nello scaricare le proprie responsabilità sugli altri. Dall’altra parte c’è un’opposizione propositiva inascoltata, che spinge per il cambiamento, convinta che esso non può esserci se non si aggiustano i meccanismi arrugginiti.

Noi con voi nel Sud di domani

06/07/2014
Da una settimana il "Quotidiano del Sud" ha fatto il suo ingresso nelle edicole, suscitando grande interesse tra vecchi e nuovi lettori. Il consenso manifestato, oltre alla naturale curiosità che accompagna le innovazioni, è anche il segno che il programma che intendiamo portare avanti, con il vostro aiuto, trova una condivisione che fa ben sperare per il futuro.

La centralità del Mediterraneo

02/07/2014
Il divario crescente tra il Nord e il Sud Europa, in termini di diffusi squilibri territoriali, sta producendo quella che Paul Krugman ha definito “mezzogiornifica - zione” europea. Così, mentre l’Italia, in compagnia dei paesi mediterranei dell’eurozona, si allontana dall’Europa, il Mezzogiorno si distacca dall’Italia.

Il nuovo vento che soffia sul Sud

01/07/2014
C’è un Mezzogiorno delle idee, della passione civile, del coraggio e delle proposte. E’ un Sud che invoca legalità, trasparenza, giustizia sociale. Questo è il Mezzogiorno dell’anima, del desiderio di credere che sente, tra i suoi doveri, quello di contrastare il trasformismo e il clientelismo, la malapolitica. Impresa ardua, ma non impossibile se la voce del bene comune riesce a sconfigge quella della rassegnazione, dell’indifferenza, del tutto male, comunque sia.

Un nuovo Sud nel Mezzogiorno

29/06/2014
Cari lettori, avrete certamente notato che da qualche tempo il “Corriere” appare in edicola con una nuova testata, arricchita dalla dizione “Quotidiano del Sud”. Probabilmente già dalla settimana prossima il nuovo progetto sintetizzato in quella scritta sarà varato definitivamente e potrete sfogliarlo con le vostre mani, dopo la presentazione che ne abbiamo fatto ieri al Circolo della Stampa di Avellino, circondati dall’affetto di tanti, cittadini, rappresentanti istituzionali e colleghi che ringrazio di cuore.

La città muore e loro litigano

22/06/2014
Davvero non capisco. Guardo, rifletto, scandaglio negli angoli più bui, ma non trovo risposte. La città dolente è sempre più in agonia e loro, i rappresentanti della comunità in Consiglio comunale, litigano. Su tutto, non sui problemi. Si dividono e si lacerano, si insultano, si accapigliano, si spendono nei pettegolezzi, offrendo uno spettacolo immondo, senza accorgersi che, inesorabilmente, il tempo che passa aggrava le situazioni.

L'irpinia una Babele

15/06/2014
Quante contraddizioni. Che amara Irpinia. Un giorno la Cisl offre dati agghiaccianti sullo sviluppo e la disoccupazione, il giorno dopo il presidente degli Industriali irpini,ripetendo un vecchio e stantio refrain, annuncia che le premesse per lo sviluppo ci sono tutte e molto si sta facendo per attivarle, poi a smentire, ma senza smentire un bel niente, arriva il Rapporto della Camera del Commercio che fa dire al suo presidente che la crisi è finita e si registra un trend positivo per gli occupati.  

Un giornale per il Sud

01/06/2014
Nell’Italia che cambia, con le speranze che risorgono all’interno di una crisi tutt’altro che finita, anche il Corriere, nel clima di rilancio della fiducia che attraversa il Paese, vuole dare il suo contributo. Partendo dall’Irpinia per raggiungere tutto il Mezzogiorno. Da anni coltivavo l’idea di dar vita ad un quotidiano che parlasse ai meridionali perché potessero far sentire la loro voce laddove si decidono le sorti del Sud.

La riscoperta delle comunità

27/05/2014
Nelle interviste rilasciate ieri alle agenzie di stampa e alle emittenti televisive, Ciriaco De Mita ha ribadito il senso della sua candidatura a sindaco di Nusco, non nascondendo una forte emozione per il successo ottenuto. Un risultato scontato e, tuttavia, non proprio facile per quelle dinamiche che sono proprio dell’animo umano, per la sua complessità che non sempre comprende sentimenti razionali. Ma la straordinaria legittimazione del consenso ha sfatato anche inconsce paure che pure, in qualche momento, forse lo hanno assalito. Immaginate per un attimo se avesse perso questa sfida, così vera e molto spesso equivocata.

Tsunami Pd stravince Renzi

26/05/2014
Astensionisti, euroscettici, tendenti a destra. Questo potrebbe essere il nuovo abito dell’Europa. Se i primi dati della notte dovessero trovare conferma, la prevista astensione avrebbe avuto partita vinta. E anche in modo clamoroso. Poco meno della metà degli italiani non si è recata alle urne, approfondendo quel solco della disaffezione dalla politica che resta un dato molto preoccupante nel processo di partecipazione.

Un voto responsabile

25/05/2014
Ci siamo. Dopo tante parole, eccoci alle urne. Per l’Europa e per 51 Comuni irpini. Un test elettorale decisamente importante. Già nella notte conosceremo che Europa sarà quella che verrà fuori dai seggi elettorali, non solo italiani. Tre, a mio avviso, i motivi di interesse tra i tanti su cui si potrebbe riflettere, a partire dal cosiddetto euroscetticismo. Il primo. La percentuale dell’astensionismo che rischia, stando alle previsioni della vigilia, di essere altissima.



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.