20/02/2017 00:22:06  
 
L'irpinia una Babele

15/06/2014
Quante contraddizioni. Che amara Irpinia. Un giorno la Cisl offre dati agghiaccianti sullo sviluppo e la disoccupazione, il giorno dopo il presidente degli Industriali irpini,ripetendo un vecchio e stantio refrain, annuncia che le premesse per lo sviluppo ci sono tutte e molto si sta facendo per attivarle, poi a smentire, ma senza smentire un bel niente, arriva il Rapporto della Camera del Commercio che fa dire al suo presidente che la crisi è finita e si registra un trend positivo per gli occupati.  

Un giornale per il Sud

01/06/2014
Nell’Italia che cambia, con le speranze che risorgono all’interno di una crisi tutt’altro che finita, anche il Corriere, nel clima di rilancio della fiducia che attraversa il Paese, vuole dare il suo contributo. Partendo dall’Irpinia per raggiungere tutto il Mezzogiorno. Da anni coltivavo l’idea di dar vita ad un quotidiano che parlasse ai meridionali perché potessero far sentire la loro voce laddove si decidono le sorti del Sud.

La riscoperta delle comunità

27/05/2014
Nelle interviste rilasciate ieri alle agenzie di stampa e alle emittenti televisive, Ciriaco De Mita ha ribadito il senso della sua candidatura a sindaco di Nusco, non nascondendo una forte emozione per il successo ottenuto. Un risultato scontato e, tuttavia, non proprio facile per quelle dinamiche che sono proprio dell’animo umano, per la sua complessità che non sempre comprende sentimenti razionali. Ma la straordinaria legittimazione del consenso ha sfatato anche inconsce paure che pure, in qualche momento, forse lo hanno assalito. Immaginate per un attimo se avesse perso questa sfida, così vera e molto spesso equivocata.

Tsunami Pd stravince Renzi

26/05/2014
Astensionisti, euroscettici, tendenti a destra. Questo potrebbe essere il nuovo abito dell’Europa. Se i primi dati della notte dovessero trovare conferma, la prevista astensione avrebbe avuto partita vinta. E anche in modo clamoroso. Poco meno della metà degli italiani non si è recata alle urne, approfondendo quel solco della disaffezione dalla politica che resta un dato molto preoccupante nel processo di partecipazione.

Un voto responsabile

25/05/2014
Ci siamo. Dopo tante parole, eccoci alle urne. Per l’Europa e per 51 Comuni irpini. Un test elettorale decisamente importante. Già nella notte conosceremo che Europa sarà quella che verrà fuori dai seggi elettorali, non solo italiani. Tre, a mio avviso, i motivi di interesse tra i tanti su cui si potrebbe riflettere, a partire dal cosiddetto euroscetticismo. Il primo. La percentuale dell’astensionismo che rischia, stando alle previsioni della vigilia, di essere altissima.

Procuratore vada avanti

11/05/2014
Di tanto in tanto, come un fastidioso venticello, c’è qualcuno che alza la voce per tentare di avvertire il Procuratore capo della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo, perché abbassi la guardia. L’obiettivo, a mio modesto parere, è di normalizzare una situazione che, giorno dopo giorno, grazie ad un attento esame della documentazione messa a dormire per anni, la Procura sta rispolverando con risultati davvero encomiabili. Senza cercare ribalta o sollecitare scoop, ma facendo il proprio dovere fino in fondo.

Un anno fa Andreotti

08/05/2014
Un anno fa la scomparsa di Giulio Andreotti. Nessuno come lui ha attraversato tutte le fasi politiche dell’Italia del dopoguerra. Una vita nelle istituzioni e nel partito, la Democrazia Cristiana. Allievo politico di De Gasperi partecipa da sottosegretario alla Presidenza del Consiglio a tutti i governi dello statista trentino che rimise in piedi un paese devastato dalla guerra e dalla miseria.

Il sindacato della protesta

04/05/2014
La Festa del Lavoro è ormai alle spalle. Sui comizi, sui concerti, sul rito, è caduto il silenzio. Sui palchi e nelle piazze sono rimaste briciole di indignazione, ancora tante parole e tante promesse. Eppure una riflessione deve essere fatta. Che ruolo ha il sindacato in Irpinia? E’ un servizio, una professione, una missione o, semplicemente, il modo per sbarcare il lunario? Ne voglio parlare con grande rispetto, ma senza indulgere a inesistenti gratificazioni. 

La scelta di Ciriaco De Mita

27/04/2014
Dunque Ciriaco De Mita si è candidato a sindaco di Nusco, il Comune dell'Alta Irpinia dove è nato 86 anni fa. La notizia ha fatto rumore. Per diversi motivi: l'età non proprio giovanile, il suo prestigioso passato nel firmamento politico internazionale. Dico subito che la sua è una scelta per certi versi coraggiosa e per alcune motivazioni. Tra queste non eviterei di ipotizzare la paura della solitudine. Sono stato, e resto, tra coloro che maggiormente ne hanno criticato l’operato politico. Ma sempre senza faziosità, né rancore.

Questo governo senza Mezzogiorno

25/04/2014
Idemocratici irpini sono risentiti per la mancata presenza di un loro rappresentante nelle liste per le elezioni europee, assenza che dimostra lo scarso peso politico che la provincia di Avellino ha all’interno del Pd nazionale. Il risentimento ,però, arriva con molto ritardo. Il PD di via Tagliamento avrebbe fatto bene a protestare, insieme alla Segreteria regionale, anche per l’assenza di ministri meridionali nel governo Renzi. 

Presidente per tre

22/04/2014
Era scontato che la pubblicazione, venerdì scorso, della lettera di Giorgio Napolitano al “Corriere della Sera” con un provvisorio bilancio del primo anno del suo rinnovato mandato, aprisse la stura alle ipotesi e alle speculazioni sulla corsa per la successione alla massima carica dello Stato. La cosa non poteva essere ignorata dallo stesso Presidente, 

Risorgere nel tempo della crisi

20/04/2014
E' Resurrezione. Ma non illudetevi. Un giorno non cambia la storia. La fortifica nei suoi valori antichi. Con papa Borgoglio la rende di grande attualità per la sua rivoluzione umana, culturale e sociale. Con gesti semplici e umili, con parole che ti arrivano diritto al cuore. Che fanno riflettere, pensando al bene comune. Un giorno, dunque vissuto nel rispetto delle liturgie, concedendo alla retorica lo spazio necessario, ma restando inflessibili di fronte alle ingiustizie, delusi per le ingratitudini, rammaricati per quanto non si riesce a costruire per il generale interesse. E' Pasqua.  

I rifiuti tossici

18/04/2014
Era un vero e proprio traffico illecito di rifiuti quello scoperto tra la Campania e la Puglia e che ha interessato anche la provincia di Avellino con due arresti a Bisaccia. L’Alta Irpinia, un tempo zona di transito degli armenti verso la Puglia, è diventata snodo di traffici illegali, operati dalle ecomafie che stanno avvelenando i territori. L’Irpinia è così sempre meno verde per i continui e insistenti attacchi all’ambiente che causano un crescente rischio per la salute dei cittadini, come sta avvenendo a Pianodardine con l’Isochimica. 

La vera sfida di questo voto

17/04/2014
La crisi che investe Forza Italia colpita da un Berlusconi affidato ai servizi sociali e che non potrà candidarsi mette al momento fuori gioco il movimento azzurro ma mai fidarsi di Berlusconi in campagna elettorale, l’ex premier è in grado in ogni momento di tirar fuori il coniglio dal cilindro. E in molti ritengono che proprio assistendo gli anziani più bisognosi potrebbe calamitare l’attenzione di giornali e TV e fare un continuo spot di virtù civiche presentandosi anche come il paladino della terza età.

Dalla sfiducia al coraggio

13/04/2014
Non vogliamo certo addentrarci in questioni come “sudismo-meridionalismo”, argomenti sui quali a Napoli in questi giorni si sono aperti confronti mirati, tra studiosi del settore. Ma appare chiaro che se il Sud è sempre più meridionale, non è certo sempre colpa dei Borbone. Cominciamo dal livello più vicino, qual è il voto amministrativo. 

Crescono i bisogni e loro litigano

11/04/2014
La qualità della classe dirigente locale si misura anche, e soprattutto, dalla sua capacità a superare le difficoltà per dare risposte alla comunità. Un caso emblematico di queste ultime settimane è quello del Piano di zona. Intere paginate di giornali ne danno conto con cronache a volte puntuali, il più delle volte strumentali nel tentativo di tirare la volata da questo a talaltro interesse. Il fatto in sintesi. La Regione Campania per far fronte ai bisogni assistenziali dei più deboli ha diviso il territorio regionale in più ambiti, a ciascuno dei quali corrisponde la gestione di un piano di zona sociale.  

La nuova stagione dei sindaci

10/04/2014
Molti analisti hanno già messo in evidenza che il vero cambio di passo imposto da Matteo Renzi sulle riforme consiste nell’assegnare maggiore forza e poteri ai sindaci. E così se la prima Repubblica era fondata sui partiti e la seconda su un bipolarismo dominato dalla figura di Berlusconi quella che potrebbe nascere adesso è una terza repubblica modellata sul ruolo dei sindaci. Se infatti le riforme andranno avanti e il senato delle autonomie diventerà realtà i primi cittadini delle grandi città come Roma, Milano o Napoli svolgeranno tre funzioni insieme: guida dei capoluoghi, presidenti delle nuove città metropolitane e senatori. Un potere finora sconosciuto.



Beni culturali e sponsor

08/04/2014
Da un po' di tempo a questa parte sempre più imprenditori manifestano interesse per gli investimenti nel restauro e tutela dei beni artistici e archeologici del nostro Paese. La casa di moda Fendi, ad esempio, ha stanziato due milioni e mezzo di euro per il restauro della fontana di Trevi. Diego Della Valle, proprietario della Tod's, uno dei più noti brand di calzature a livello mondiale, ha deciso di investire oltre 25 milioni di euro per il recupero del Colosseo. 

Le riforme secondo Renzi

07/04/2014
Nel paese è viva l’aspettativa per le riforme costituzionali e Il dibattito è intenso ed acceso. Si chiamano parrucconi coloro che non si accodano al pensiero dominante senza confutarne le obiezioni e le critiche con argomenti pertinenti. Riassumiamo. Che in Italia si parli da trent’anni di adeguare la Costituzione ai tempi mutati è un dato di fatto. 

Così muore una città

06/04/2014
Parliamoci chiaro. Avellino sta morendo. Travolta da un insolito destino. Prigioniera dei suoi tanti cantieri. Silenziosa nel dramma che si consuma. La città muore alla Ferrovia con l’Isochimica che annuncia la tragedia dell’amianto a grappoli. L’allarme delle ultime ore è terrificante. La morte vince sulla vita. Per anni si sapeva. Per anni si è taciuto. E ora non si sa decidere sul da fare. Avellino muore sulla Bonatti, variante nata al servizio della città ospedaliera e diventata, invece, la strada del pericolo immanente. 



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.