26/04/2017 11:45:33  
 
L’indignazione non basta più

18/12/2016
L’ altro giorno un noto professionista avellinese è venuto in redazione e mi ha benevolmente sorpreso per un gesto ed una proposta. Mi riferisco alla vicenda della Dogana che, come riportiamo in cronaca, è stata messa all’asta.

I governi passano il Sud resta

11/12/2016
Il risultato referendario è alle spalle. Renzi si è dimesso. La crisi di governo si avvia a soluzione. Mattarella è pronto a dare l’incarico per la formazione del nuovo governo. Lo scenario appare chiaro. Sarà un esecutivo che dovrà condurre il Parlamento all‘approvazione di una nuova legge elettorale.

Una nuova fase si apre anche per il Sud

06/12/2016
La maggioranza degli italiani ha detto No: la Costituzione non si tocca. La Riforma immaginata da Renzi, sostenuto da Napolitano, rappresenta un pericolo per la democrazia. Troppe ambiguità, confuso e scritto male il progetto del premier, presunti legami con i poteri forti.

Se vince la partecipazione

04/12/2016
Gli italiani oggi si recheranno alle urne per esprimere la loro preferenza sulla necessità o meno della riforma della Costituzione. A notte inoltrata, con ogni probabilità, si conosceranno i primi risultati e si assisterà all’interminabile dibattito tra chi è riuscito nel proprio intento e chi, invece, proverà l’amarezza della sconfitta.

Una città sotto assedio

30/11/2016
Parcheggi e legalità: intorno a questo binomio si sta consumando una delle pagine più tristi della città di Avellino. Un consiglio comunale. Ormai senza orgoglio, assediato da chi invoca il rispetto delle promesse fatte e non mantenute.

Quei ricordi di morte, di vita e di rinascita

23/11/2016
Io c’ero. E nei luoghi della paura, delle lacrime e della rabbia vi rimasi per più di due mesi. Scavando tra le macerie, recuperando corpi imbiancati, senza più vita, aiutando i militari a calare le vittime nelle fosse, una dietro l’altra, avvolte nelle bianche lenzuola, perché anche le bare arrivarono in ritardo.

Le parolacce di De Luca

20/11/2016
La polemica intessuta del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al di là del linguaggio folcloristico è grave per diversi motivi. Con essa il governatore offende le Istituzioni e allontana ancor di più le persone dalla politica.

Uno, nessuno centomila Sud

13/11/2016
Analisi tante. Come le promesse. Infiniti gli slogan. Eppure il Mezzogiorno continua ad essere la grande questione del Paese. Non per mancanza di fondi. Questi, diceva il meridionalista Guido Dorso, non risolvono il problema. Semmai lo aggravano. Se le risorse diventano appannaggio della malapolitica, spesso connivente con il malaffare.

Un confronto senza politica

30/10/2016
E’ vero: lo spettacolo non è stato bello. Tra Renzi e De Mita non c'è stato un vincitore. Ha perduto la politica. La fretta dell'uno si è scontrata con la lentezza dell'altro. Per il premier è stato gioco facile mettere in difficoltà l'ex segretario nazionale della Dc.

La sfida è tra il passato e il futuro

27/10/2016
Dalla sua parte la non comune capacità di grande comunicatore, con battute simpatiche, a volte anche sopra le righe. Contro la pochezza dei contenuti, fatta eccezione per la grande passione nello spiegare le ragioni del Sì per il referendum costituzionale.

A proposito delle 2 Irpinia

16/10/2016
Spero di aver capito male. Di non aver interpretato in modo giusto le affermazioni fatte da Ciriaco De Mita nel corso di un’assemblea dei sindaci dei Comuni aderenti al progetto pilota per l’Alta Irpinia. Egli ha affermato, secondo quanto riportato dalle cronache, che oggi ci sono due Irpinia. Una, l’Alta, virtuosa; l’altra ferma nel tempo.

Foti e il giro sulla giostra

09/10/2016
L’ altra sera mi trovavo nella chiesa dei Liguorini a San Tommaso per moderare, con il vescovo Marino, un dibattito sull’enciclica papale “Laudato si’”, a difesa dell’ambiente e contro la politica di emarginazione degli ultimi.

Una città stretta tra veti e litigi

08/10/2016
Quarantotto ore dopo dal voto sul Bilancio comunale è di nuovo bagarre nella maggioranza. Tanto che il sindaco, in uno dei soliti sfoghi mattutini, ha minacciato ancora una volta le sue dimissioni.

Gesualdo la ballata della vergogna

07/10/2016
In questa città ciò che manca è l’indignazione. Tutto scivola, diventa untuoso. Ci sono, in realtà, due città. Quella dei pastrocchi, dei comitati di affari, degli interessi a danno della comunità. E l’altra, quella degli Avellinesi che, pur denunciando situazioni di gravissima difficoltà, non riescono a farsi sentire.

Non è un’isola felice

06/10/2016
Da qualche tempo, da quando cioè alla guida della Procura della Repubblica di Avellino si è insediato Rosario Cantelmo, quella che era ritenuta un’isola felice si è rivelata essere, nella sua reale dimensione, una piccola città di provincia in cui soprattutto la malapolitica aveva creato un clima di impunità. Non a caso le tante inchieste avviate nel palazzo di

Bassolino, conflitto e collaborazione

05/10/2016
Ha proprio ragione Antonio Bassolino quando afferma, con tono fermo e deciso, che il Mezzogiorno può uscire dal guado solo se le generazioni saranno capaci di esprimere il meglio della passione civile, dell’intelligenza e dell’autonomia.

Il coraggio di una scelta

02/10/2016
Ci vorrebbe un autore di libri gialli per romanzare la crisi al Comune di Avellino e la narrazione di un sindaco seduto sulla brace con una grande capacità di resistenza alle fiamme. E’ proprio così. Da mesi, ormai. Da quando nel Pd non si riesce a trovare la quadra.

Oltre i giochi del referendum

25/09/2016
La campagna referendaria è in pieno corso. Basta leggere gli ultimi nomi che sono passati o che stanno per arrivare, dalla ministra Boschi al presidente di Confindustria, Boccia, al governatore De Luca, e poi la due giorni solofrana del Pd appena trascorsa a Solofra.

Uno, cento, mille Pd

11/09/2016
Non so quale sia il suo disegno. Certo è che la posizione assunta nei confronti della città di Avellino, e del suo sindaco, mi appare a dir poco incomprensibile. Subito un chiarimento: di Rosa D’Amelio, oggi presidente del Consiglio regionale della Campania, sono amico vero. Non dimenticherò mai quella giovane ragazza che a mani nude, nella sua Lioni, in piazza San Rocco, nei giorni del terremoto dell’80, con il volto coperto di polvere, rimuoveva le macerie per salvare vite umane.

Tra furbizie e giochetti

08/09/2016
Tra litigi, bugie e piccole furbizie il sindaco di Avellino, Paolo Foti. prende tempo e assiste al continuo degrado della città. Ora è il cosiddetto Patto dei cento giorni, lanciato da Dino Preziosi che gli consente di guidare una maggioranza anomala.




Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.