23/05/2017 20:41:25  
 
Populismo sul messaggio francescano

23/05/2017
I mezzi di comunicazione più volte hanno evidenziato fatti e pronunciamenti che, ad un'analisi più attenta, si rivelano dei veri deliri di populismo. L'ultimo e clamoroso caso di delirante populismo non poteva che provenire da Beppe Grillo, autoproclamatosi «vero francescano » durante la marcia Assisi-Perugia. 

L’Italia su un piano inclinato

22/05/2017
Romano Prodi, per Renzi ed i giovani rampanti della sua cordata, è considerato un gufo, un uomodel passato, uno di quelli che ha contribuito allo scasso dell’Italia, uno da rottamare. Cosa che hanno cominciato a fare silurandolo alla Presidenza della Repubblica anche se proposto all’unanimità dal Partito democratico. 

La questione ambientale

21/05/2017
Il dibattito politico si avvia stancamente verso gli appuntamenti elettorali privilegiando lo scontro tra persone e trascurando i grandi temi che interessano le comunità. Fra essi la questione ambientale assume rilevanza notevole.

Trump: i limiti del populismo

20/05/2017
A quattro mesi dall’insediamento alla Casa Bianca, la prima missione all’estero di Donald Trump, che è cominciata ieri a Riad in Arabia Saudita, avrebbe dovuto consacrare una leadership ambiziosa e rilanciare una presidenza “mondiale”; rischia invece di mostrare davanti all’opinione pubblica internazionale i limiti caratteriali prima ancora che politici del successore di Barack Obama, arrivato al potere sulla spinta di un consenso dal profilo spiccatamente populista ma rivelatosi rapidamente prigioniero della politica di Washington fin quasi a diventarne ostaggio.

Fiano amaro

19/05/2017
E’ dal 5 dicembre che è apparso a tutti evidente che il Parlamento avrebbe dovuto varare una nuova legge elettorale, perché l’Italicum, ancor prima che venisse azzoppato dalla Corte Costituzionale con la sentenza 35 del febbraio 2017, era stato concepito per un sistema politico con una sola Camera elettiva.  

Le incertezze tra presente e futuro

18/05/2017
Come in un puzzle da comporre il sistema politico deve incastrare pezzi che oggi sono sparsi sul tavolo. La data del voto, il destino del governo Gentiloni, le possibili alleanze e soprattutto la legge elettorale premessa indispensabile per capire la sorte dei partiti e dei mille parlamentari che attendono una riconferma. Sono passati poco più di cinque mesi da quando il premier Paolo Gentiloni giurò nelle mani del Capo dello Stato. 

Legge elettorale, ma anche no

17/05/2017
Il dibattito in commissione alla Camera dei deputati sulla legge elettorale si apre nella più grande incertezza politica. Per mesi abbiano assistito a una indecente melina, anzi a un insopportabile surplace condito di impegnative, solenni dichiarazioni. Contraddette subito dopo. O addirittura ritirate. Insomma, solo specchietti per le allodole!. 

I troppi misteri di un genocidio

16/05/2017
Mentre in Italia infuria la vergognosa strumentalizzazione politica dei flussi migratori, un dossier dell'intelligence austriaca, ha dipanato le non poche ombre sul controverso fenomeno. In realtà i migranti in Libia sono diventati un giro d'affari alimentato dagli oscuri rapporti tra la polizia locale e gli scafisti; le stesse carceri libiche sono diventate centrali operative per le trattative della morte dei migranti. 

Mattarellum, Italicum o Verdinellum

15/05/2017
Sarà un Italicum bis, un Mattarellum, un Verdinellum,? Comunque lo si voglia chiamare, con queste premesse e determinazioni, sarà quasi certamente un Pastrocchium, tanto per rimanere nel latinorum. Altro che riforma di struttura come dovrebbe essere, tra le altre, la legge elettorale! Lo scetticismo sulla possibilità che si possa fare davvero una legge elettorale decente e funzionale è totale, anche se il Capo dello Stato ha fatto capire, che se non si dovesse provvedere, non scioglierebbe le Camere.

Quella dignità perduta

14/05/2017
Viviamo un clima sospeso. Riflettiamo sulle condizioni del nostro Mezzogiorno e mi chiedo se, e quando, uscirà dal guado. Al di là dei proclami, delle promesse, degli annunci, la realtà denuncia ritardi non più sopportabili. La condizione giovanile è allo stremo. I ragazzi che vanno via, maledicendo chi procura loro uno strappo quasi sempre irreversibile, sono il segno di un Sud senza speranze. Una sola cosa è certa: il Mezzogiorno attraversa uno dei peggiori momenti della sua storia civile. E la responsabilità è di una classe dirigente che, a tutti i livelli, si conferma mediocre nella sua impotenza.  

Macron: una svolta per l’Europa

13/05/2017
L’elezione di Emmanuel Macron all’Eliseo segna una svolta non solo nella politica francese ma anche negli equilibri europei e probabilmente nei rapporti internazionali del vecchio Continente. Soltanto un riflesso condizionato molto provinciale e poco europeo ha indotto qualcuno dalle nostre parti ad interrogarsi su chi fosse il “Macron italiano”: domanda oziosa alla quale non c’è risposta che possa prescindere dal coraggio con cui si affronta la sfida del nostro tempo. vincendo la tentazione, come sollecitava il candidato presidenziale, di proteggerci dalle trasformazioni epocali tornando indietro nel tempo e applicando le ricette del secolo scorso: protezionismo, nazionalismo, chiusura delle frontiere, rifugio nelle consolanti ideologie novecentesche. 

Liberaci dal male

12/05/2017
Le fiamme che hanno bruciate vive due bambine piccole e una ragazza dentro una roulotte parcheggiata sul piazzale di un supermercato nel quartiere Centocelle a Roma sono il segno di una discesa agli inferi che una società inselvatichita produce passo dopo passo. Le videocamere mostrano l'immagine di un uomo, forse a volto scoperto, che lancia una molotov e poi scappa. 

Il Napoli del riscatto possibile

11/05/2017
Una città, una squadra, un giocatore che è il simbolo stesso del gioco del calcio. Raramente si forma questa simbiosi ma quando c’è nasce un miracolo che viene ricordato a trent’anni di distanza. Il 10 maggio del 1987 il Napoli vince il suo primo scudetto. 

Migranti una bolla di sapone?

10/05/2017
Nelle scorse settimane, con prime pagine, inchieste e servizi Tv dedicati a tutti gli aspetti e i sospetti sui lati più oscuri dell’accoglienza migranti è sembrato che stesse per succedere il finimondo. Fino a clamorose denunce di fatti, legami sotterranei e conflitti di interessi. Un quadro che anche in Campania appare poco chiaro. 

Chiarezza per i flussi migratori

09/05/2017
L'audizione del procuratore Carmelo Zuccaro davanti alla Commissione difesa del Senato sulle questioni connesse ai flussi migratori è stato oggetto di un dibattito acceso e controverso, sulla limpidezza filantropica di qualche ong. Come spesso accade, i fatti riportati dalla stampa, in prima battuta, hanno ingenerato sospetti e generalizzazioni che certamente si rivelano ingenerosi e non aiutano a fare chiarezza sulla complessa materia.

Legittima difesa dal populismo

08/05/2017
Chi avrebbe mai potuto pensare che il PD, sotto l’influsso di Alfano... finora considerato intelligente e di buon senso, avrebbe potuto far approvare dai deputati un disegno di legge così sconsiderato, solo se per accarezzare la folla e contendere voti a Salvini, Meloni e Berlusconi, in una campagna elettorale già cominciata e all’insegna del populismo?

Se la chiesa apre le porte

07/05/2017
L’ attesa è grande. Significativa è la speranza che la chiesa avellinese possa contribuire a dare una svolta alla condizione di enorme difficoltà che la città capoluogo sta vivendo. In particolare per l’aumento della povertà, per l’uso distorto che si fa degli strumenti legati allo stato sociale e, soprattutto, per la gioventù che vive un disagio sempre più preoccupante. 

Per Renzi la strada resta in salita

06/05/2017
L’evidente successo di Matteo Renzi alle primarie democratiche del 30 aprile è solo una tappa, per quanto importante, della resurrezione politica dell’ex presidente del Consiglio dopo la cocente sconfitta del referendum costituzionale. Non si ripeterà il blitz di quattro anni fa quando, nel giro di appena due mesi l’ex sindaco di Firenze passò dal Nazareno a palazzo Chigi per poi portare il suo partito al grande successo elettorale delle europee nel 2014.

Taxi drivers? Ong, trafficanti e polemiche

05/05/2017
In questi giorni sui mass media hanno tenuto banco le dichiarazioni del Procuratore della Repubblica di Catania, Carmelo Zuccaro, ribadite mercoledì scorso nell’audizione davanti alla Commissione difesa del Senato. Si è scatenata una furiosa polemica intorno all’espressione “taxi del mare” che il Vicepresidente della Camera, Di Maio, ha incautamente utilizzato, riferendosi all’attività di soccorso e salvataggio in mare operata dalle navi di alcune ONG che incrociano di fronte alle coste della Libia.  

Francia e Italia: quali legami?

04/05/2017
Quattro giorni fa le primarie del PD, fra tre giorni il secondo turno delle elezioni francesi. Sembrano due appuntamenti distinti e distanti tra di loro ed invece sono molti i punti in comune. Il primo è il tifo che Renzi sin dall’inizio ha fatto per Macron e non per i candidati della sinistra tradizionale.  



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.