20/02/2017 00:22:00  
 
Bassolino, conflitto e collaborazione

05/10/2016
Ha proprio ragione Antonio Bassolino quando afferma, con tono fermo e deciso, che il Mezzogiorno può uscire dal guado solo se le generazioni saranno capaci di esprimere il meglio della passione civile, dell’intelligenza e dell’autonomia.

La lezione di Grandi e la speranza

04/10/2016
Settanta anni fa, esattamente il 28 settembre 1946, moriva Achille Grandi, fondatore delle Acli e protagonista di una stagione politica di alto profilo. Avverto l’opportunità di fare memoria di questa grande figura, motivato da quasi cinquanta anni di militanza nel movimento dei lavoratori cristiani da lui fondato nell’agosto 1944.

Dal ponte dello Stretto al Def

03/10/2016
Non c’è che dire: Renzi è davvero il figlioccio di Berlusconi anche se non ne ha il sorriso…a trentasei denti e la carica di simpatia. Ma a raccontare frottole gli è alla pari, se non lo supera. E di faccia tosta ne ha uguale!

Il coraggio di una scelta

02/10/2016
Ci vorrebbe un autore di libri gialli per romanzare la crisi al Comune di Avellino e la narrazione di un sindaco seduto sulla brace con una grande capacità di resistenza alle fiamme. E’ proprio così. Da mesi, ormai. Da quando nel Pd non si riesce a trovare la quadra.

L’antipolitica al governo

01/10/2016
A Roma le prime grosse difficoltà della Giunta Raggi si sono manifestate subito dopo il rientro dalle brevi ferie estive. L’assessore al Bilancio Marcello Minenna, docente di economia alla Bocconi e dirigente della Consob, lascia l’incarico ai primi di settembre denunciando un “deficit di trasparenza” nelle procedure interne e non meglio precisate interferenze nel suo delicatissimo lavoro (Roma è afflitta da un deficit pauroso che certamente non è responsabilità della nuova Giunta, ma che richiede di essere affrontato con decisione e competenza).

Il quarto segreto di Fatima

30/09/2016
L’evento di questa settimana è la rivelazione di un segreto gelosamente custodito per mesi nella testa dell’esecutivo: la data del referendum. Finalmente il segreto è stato tolto e la data di svelata: il referendum si farà il 4 dicembre; in pratica l’ultimo giorno possibile, oltre la legge non lo consentirebbe.

Berlusconi primo leader moderno

29/09/2016
Ottanta anni in famiglia con i figli, la fidanzata, gli amici. Per chiunque compia questa età è la normalità. Un po’ meno se il festeggiato si chiama Silvio Berlusconi. L’uomo che nella sua vita ha stravolto tutte le regole. Da costruttore immagina non palazzi ma città e nasce così Milano due.

Renzi, giochi truccati

28/09/2016
La fissazione della data del referendum ha provocato violente polemiche politiche. Anche questa decisione, infatti, è apparsa frutto della spregiudicatezza del premier, che usa a suo piacimento le istituzioni di tutti come se ne fosse il padrone e non il garante. Cominciamo, però, con il dare a Cesare quel che é di Cesare.

La grandezza di Aldo Moro

27/09/2016
Le riflessioni commemorative del centenario della nascita di Aldo Moro costituiscono l'ultima ed eloquente dimostrazione dell'inesistenza di un minimo di memoria storica del PD provinciale, ormai ridotto a teatro di un misero scontro tra gruppi, sottogruppi e strenui curatori di interessi personali. La vicenda della crisi amministrativa del Comune denuncia l'assenza di un gruppo dirigente capace di tutelare regole statutarie e prassi comportamentali di eletti nelle stesse liste del partito, tanto meno di delineare itinerari programmatici e politici appena percepibili.

Una nuova legge elettorale

26/09/2016
Finalmente se ne è accorto anche Renzi. La nuova legge elettorale (imposta con la fiducia ad un parlamento di nominati, illegittimo per incostituzionalità del Porcellum, e sull’onda del risultato delle europee) rischia di fargli perdere il referendum perché moltissimi elettori, combinandola con la Costituzione riformata, vi scorgono elementi di deriva autoritaria. Inoltre (ed è la ragione vera!) offre al M5S la possibilità di vincere il sicuro ballottaggio, come è successo nelle scorse amministrative diciannove volte su venti Comuni.

Oltre i giochi del referendum

25/09/2016
La campagna referendaria è in pieno corso. Basta leggere gli ultimi nomi che sono passati o che stanno per arrivare, dalla ministra Boschi al presidente di Confindustria, Boccia, al governatore De Luca, e poi la due giorni solofrana del Pd appena trascorsa a Solofra.

Ora si parli della riforma

24/09/2016
La decisione della Corte Costituzionale di rinviare a data da destinarsi la discussione sulla legittimità della legge elettorale (che è in vigore ma non è ancora mai stata utilizzata) dovrebbe garantire, d’ora in poi, un più sereno svolgimento della campagna referendaria, come auspicato dal Capo dello Stato, finora purtroppo con scarso successo. Ieri si è arrivati al punto che un parlamentare autorevole (?) dei 5 Stelle ha paventato (o minacciato?) il ricorso alla violenza in caso di vittoria del Sì.

Riforma pasticciata e sbagliata

23/09/2016
I principi che Renzi richiama nel proporre e far approvare leggi di riforma sono, in astratto, quasi sempre validi e condivisibili, salvo a tradursi, nei fatti, in provvedimenti che tradiscono i principi che si dicono voler applicare e perseguono fini che vanno nella direzione opposta.

I cento anni di Moro

22/09/2016
Domani avrebbe compiuto cento anni. Aldo Moro era nato il 23 settembre del 1916 a Maglie, in Puglia, figlio di insegnanti elementari. Quando muore barbaramente ucciso dalle Brigate Rosse il 9 maggio del 1978 in molti sostengono che con lui muore la Prima Repubblica quella fondata sui partiti lontana anni luce da questa attuale che si regge sulla politica personalizzata. Il suo percorso è simile a tanti altri protagonisti del dopoguerra.


Riforma e Italicum, partita a scacchi

21/09/2016
Il già complicato panorama politico-istituzionale si è arricchito del colpo di scena del rinvio, da parte della Corte costituzionale, dell'esame dell'Italicum. Nelle prossime ore la Camera discuterà le diverse mozioni sull'argomento.

Quella satira inappropriata

20/09/2016
La riapertura delle scuole nelle zone terremotate, in una magnifica struttura - costruita a tempi da record da parte della provincia autonoma di Trento – costituisce la più concreta ed eloquente risposta alla vituperata vignetta del periodico francese Charlie Hebdo che paragonava i terremotati italiani a «penne al pomodoro».

La Costituzione e le garanzie della libertà

19/09/2016
L’intervento ad Avellino del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi per sostenere il Sì al referendum sulla legge di riforma costituzionale che reca la sua firma si presta a diverse considerazioni. La prima è il tono pacato e discorsivo del discorso, assai diverso dalle consuete intemperanze renziane.

Litigi

18/09/2016
Questo nostro tempo che viviamo in Irpinia è connotato da una grande litigiosità. Non c’è accordo su nulla. Si litiga sul Referendum costituzionale senza spiegare le ragioni del Sì e del No, ma solo proponendo una lotta tra la politica di ieri e quella che potrebbe venire. Litigano i Cinquestelle con Di Maio sull’altalena e Raggi, sindaco di Roma, che entra ed esce dalla logica politica.

Come vota l’amico americano

17/09/2016
L’ambasciatore di Washington a Roma ha espresso in termini forse poco diplomatici ma certamente in linea con il pragmatismo a volte rude della politica americana, l’esplicita e non dissimulata valutazione dell’amministrazione Obama sulle imminenti scadenze segnate nell’agenda politica italiana. Giunto alla fine del suo secondo mandato e impegnato a chiudere tutti i dossier internazionali ancora aperti, nella speranza di lasciare a Hillary Clinton un’eredità facilmente gestibile...

L’ambasciatore Phillips e le sue confessioni

16/09/2016
L’argomento di questa settimana sono le clamorose dichiarazioni dell'ambasciatore Usa in Italia John Phillips che, intervenendo, martedì scorso, ad un incontro sulle relazioni transatlantiche organizzato a Roma all'istituto di studi americani, ha spezzato una lancia a favore delle riforma costituzionale asserendo che il 'no' al referendum "sarebbe un passo indietro per gli investimenti stranieri in Italia “Il referendum – ha precisato l’ambasciatore - è una decisione italiana, ma il Paese "deve garantire stabilità politica. Sessantatre governi in 63 anni non danno garanzia".



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.