23/04/2017 16:00:59  
 
Dal disastro emerge l’Italia migliore

27/08/2016
E se l’Italia fosse diversa? Se si scoprisse migliore di quel che appare? Se fosse persino più bella di come la raccontiamo e di come ce la raccontiamo? E’ una folgorazione che illumina l’ora più buia di un disastro nazionale, una prima sensazione subito rafforzata da una serie di elementi che emergono nitidamente dalle cronache delle ore immediatamente successive al disastro.

Fratelli d’Italia

26/08/2016
Noi italiani siamo un popolo di poeti, santi e navigatori o almeno così pensano di noi i nostri vicini europei e i lontani americani. Tutto il mondo ci conosce o ci immagina simpatici, gioviali e cordiali, mangiatori di spaghetti e suonatori di mandolino e in più saremmo nel pieno rispetto dell’iconografia classica se facessimo queste attività vestiti da Pulcinella e con una collana di cornettti rossi scacciaguai. 

Ancora una terribile malanotte

25/08/2016
Come quella malanotte del 23 novembre 80 in Campania e Basilicata. Un tuffo nel passato. Stesse immagini sconvolgenti. La realtà che cambia in soli pochi secondi. Tante vite spezzate, lacrime, dolore, rabbia. Sopravvive solo la speranza.

Movimento 5 Stelle, solo populismo?

24/08/2016
Da quando è stato fondato il M5S viene quasi sempre considerato e bollato – da parte delle forze politiche tradizionali - come un movimento populista, fatto per lo più di barbari anti- sistema, ignoranti e incapaci. Eppure, ha conquistato sempre più del 20% nelle più recenti competizioni elettorali ed è diventata stabilmente la principale forza di opposizione. La sua ascesa merita forse qualche riflessione un pò più articolata e meno superficiale.

Il vero messaggio del Palio

23/08/2016
Placate le polemiche sul tono minore del ferragosto avellinese, con maggiore serenità di giudizio è più agevole tentare una riflessione su qualche evento significativo che ha contrassegnato l'estate. Si tratta dell'edizione 2016 del "Palio della Botte" lungo Corso Umberto I.

L’Italia a crescita zero

22/08/2016
Pochi ne parlano e i telegiornali ignorano la notizia: il PIL (prodotto interno lordo) nel secondo trimestre, non si è mosso di un decimale. E’ il più basso d’Europa e frenano anche industria e consumi. L’Italia è a crescita zero. La ripresa tanto sbandierata non è ancora cominciata e se c’è stata per qualche frazione di decimale, si è arrestata.  

Avellino, tre anni dopo

21/08/2016
Tre anni. Tanti sono trascorsi da quando Paolo Foti si insediò alla guida della città. Bilancio fallimentare. La città in questo periodo ha conosciuto il punto più alto del degrado. Molte le motivazioni che rendono nebuloso il presente della città che fa registrare situazioni paradossali.

Referendum fra Italia ed Europa

20/08/2016
Più si avvicina la scadenza del referendum costituzionale, più appare chiaro che sulla data che verrà alla fine scelta dal governo convergeranno tutti i problemi ancora aperti e che tali resteranno di qui alla fine dell’anno: conti pubblici, occupazione, collocazione dell’Italia in Europa, migrazioni, sicurezza e ordine pubblico.  

L’arma segreta

19/08/2016
Durante la seconda guerra mondiale, quando le sorti del conflitto volgevano al peggio per le potenze dell’Asse, si era diffusa l’illusione che la Germania stesse mettendo a punto delle armi segrete che avrebbero rovesciato l’esito della guerra. Il mito dell’arma segreta è duro a morire e qualche volta ricorre anche, sotto forma di metafora, quando il confronto politico si fa più accanito.

Quando la maglia era una seconda pelle

18/08/2016
Per uno strano destino quest’anno il sipario sul campionato di serie A si alzerà tra poche ore mentre proprio oggi compie 73 anni Gianni Rivera una delle ultime bandiere di un calcio che le ha totalmente ammainate. Il capitano del Milan ha smesso nel ’79 quando ad agosto si giocavano solo le amichevoli e le prime gare di Coppa Italia. Differenze profonde con quel che accade adesso. La maglia era una seconda pelle e i giocatori dei simboli.

Ma che democrazia è questa?

16/08/2016
La legge Acerbo- Boschi-Verdini é solo il più recente e clamoroso dei tentativi operati dalla classe politica al potere per sottrarre diritti elettorali al popolo. E trasferire definitivamente le Camere sotto il proprio controllo. Se infatti ripercorriamo, con uno sguardo di lungo periodo i risultati delle riforme riguardanti i vari livelli istituzionali, balza agli occhi il pauroso impoverimento delle nostre libertà elettorali.

Tra passato e futuro

15/08/2016
E’un Ferragosto diverso. Tra lavoro che non c’è e spasmodica ricerca di divagazioni. Ma è soprattutto punto di riflessione. Tornano alla mente le parole significative e taglienti del vescovo Marino. Esse ci portano al concetto di povertà che sempre più crea il divario tra chi ha e chi non ha. Ma anche alle tante vertenze aperte che vedono le famiglie aggrapparsi alla speranza.

La politica dell’impossibile

14/08/2016
Nel racconto autobiografico Dov’è Beethoven? (2002), ambientato negli anni Trenta, Carlo Montella, autore anche del più noto romanzo I parenti del Sud, accolto da Elio Vittorini nella collana “I gettoni” nel ’53, rievoca l’infanzia trascorsa tra Napoli e Avellino. 

Riparte il dialogo sulla Riforma?

13/08/2016
Anche se si firma con la qualifica minimalista di ex candidato sindaco del centrodestra a Milano, Stefano Parisi è l’uomo cui Silvio Berlusconi ha affidato l’incarico di riorganizzare l’area moderata in vista di una sfida elettorale sul duplice fronte – quello del Pd e quello dei 5 Stelle – che si prevede cruciale per le speranze dell’ex Cavaliere di congedarsi un giorno dalla politica senza dover alzare bandiera bianca. Per questo motivo, la lettera pubblicata giovedì su “la Repubblica” ha il valore di una presa di posizione ufficiale sul tema della riforma costituzionale e del referendum, ed ha il pregio di riportare il confronto tra i partiti, a cento giorni ormai dall’appuntamento con le urne, sul piano di serietà che la questione merita.

Si scrive olimpiadi... si legge Rio 2016

12/08/2016
Il 5 Agosto scorso, con una colorata e sfavillante cerimonia di apertura, è stato sancito l'avvio della trentunesima edizione dei Giochi Olimpici. Occorre subito effettuare una specificazione lessicale: tale manifestazione sportiva, comunemente chiamata "Olimpiadi", non va confusa con il termine "Olimpiade", che definisce invece l'intervallo dei quattro anni intercorrente tra un'edizione e l'altra.

Milan tra calcio e politica

11/08/2016
Apparentemente sono due mondi lontani il calcio e la politica ma Berlusconi in tutti questi anni li ha cuciti insieme. Le vittorie del Milan servivano per il consenso, erano la dimostrazione che conquistando coppe e campionati si poteva arrivare fino a Palazzo Chigi. La notte del 18 maggio del ’94 il Milan batte per 4-0 il Barcellona e vince la Coppa dei Campioni. Berlusconi è a Roma in Senato dove il suo primo governo ottiene la fiducia.

La riforma e le giravolte di Re Giorgio

10/08/2016
L'ex Presidente della Repubblica è stato protagonista, negli ultimi anni, di stupefacenti cambiamenti di opinione e di atteggiamento. Da rigido difensore del testo costituzionale a sostenitore di una vastissima riforma, votata solo da una risicata maggioranza, che altera molti delicati meccanismi istituzionali. Sostegno dettato forse da realpolitik veterocomunista, del tipo "meglio questa riforma che niente". 

Tempo di sussulti civili

09/08/2016
Con l'alzata del "pannetto" dello scorso 26 luglio hanno avuto inizio i festeggiamenti religiosi in onore della Beata Vergine Assunta. È stato un significativo momento, durante il quale fede e tradizione hanno visto, finalmente, una comunità coesa, attenta, oserei dire con una gioia sui volti quasi scomparsa.

L’Italia e la politica degli slogan

08/08/2016
Cominciò Berlusconi a cambiare il volto della politica coniando slogan mutuati dalla tecnica del marketing. Renzi ha continuato alla grande e l’Italia sta diventando il paese degli slogan dove i problemi, che sono per loro natura complessi e non facili, si crede di risolverli con semplici slogan o aggettivando le leggi.

Un agosto rovente

07/08/2016
Una città, mille problemi. Un consiglio comunale allo sbando. Un sindaco imbalsamato. E’ la deriva di Avellino. Il confronto non è sui problemi, ma sulle parole al vento. Si litiga su tutto e per tutto. Anche le opposizioni si affidano alla verbosità. E mentre il litigio diventa abituale, i problemi si incancreniscono. Un esempio emblematico è la vicenda del teatro Gesualdo.



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.