28/05/2017 03:11:39  
 
Sud, come è dura la salita

31/07/2016
Le anticipazioni sul rapporto Svimez 2016 sono state l’occasione per riparlare di questione meridionale. Era ora. Diverse sono state le interpretazioni. Di chi, con enfasi, ha sottolineato una inversione di tendenza e di chi, invece, con molta più prudenza, ha legato i dati del rapporto a fenomeni solo provvisori. Dall’esame del documento si evince che nel Mezzogiorno si è registrato, nel 2015, un incremento del Pil dell’1%.

Il voto in una società “liquida”

30/07/2016
La politica italiana va in ferie accompagnata dall’invito del Capo dello Stato a riportare il confronto sul voto referendario di autunno al merito della riforma, per consentire all’elettorato di esprimersi “con piena consapevolezza, nella sua sovranità”. Invito cui ha fatto seguito la non meno importante raccomandazione ad evitare nel linguaggio della politica le “espressioni violente, oltraggiose, aggressive” che invece sono sempre più frequenti.

Chiudete quella porta

29/07/2016
Ha fatto scalpore il grido di dolore di Papa Francesco che, nell’agosto del 2014, denunziando l’inaudita crudeltà dei conflitti in corso, aveva detto che la terza guerra mondiale è già iniziata: “siamo di fronte ad un nuovo conflitto globale ma a pezzetti.” Oggi, dopo la valanga di attentati che stanno portando la spaventosa crudeltà della guerra nel corpo vivo della nostra vita civile, dopo i fatti di Nizza, di Monaco, di Ansbach e dopo l’ultimo orribile massacro a Saint-Etienne-du Rouvray, è diventato evidente che la terza guerra mondiale a pezzetti ha delle radici profonde che germogliano dappertutto.

Contro la banalità del male

28/07/2016
L’ultimo orrore di questo terribile mese di luglio arriva nuovamente dalla Francia. Un parroco sgozzato in una chiesa della Normandia. Un salto di qualità, la morte di un sacerdote nella strategia folle di un terrorismo che non conosce più limiti. Un episodio terribile che arriva dopo quelli di Dacca, Nizza, Monaco di Baviera. Tappe di una via Crucis che rende molto difficile il ritorno alla normalità. Non ci sono più porti tranquilli.

Le donne di Renzi

27/07/2016
All'atto dell'insediamento del governo, le donne sembrarono la carta vincente del berluschino di palazzo Chigi. Piacenti o almeno gradevoli di aspetto. Poco note (anche nei limiti e nei difetti). Poi rapidamente assurte a grande popolarità, grazie anche alle ormai leggendarie imitazioni di Crozza su La7. Ma ora? 

La sfida alla paura globale

26/07/2016
Gli ultimi attentati terroristici di Nizza e Monaco, la “sospensione” della Convenzione Europea dei diritti umani del Presidente turco Erdogan,a una settimana da fallito colpo di stato,la sfida di Donald Trump per la corsa alla Casa Bianca imperniata sul trinomio programmatico “Ordine, Legalità e Patria”, configurano complessivamente un orizzonte globale di paura.

I furbetti e la riforma Madia

25/07/2016
Purtroppo siamo ancora a scrivere dei furbetti del cartellino, dopo tanto parlare e tante immagini andate su tutte le televisioni! Perché ritornare sull’argomento? Forse perché il fenomeno è ancora più vasto e diffuso di quanto appare e le cause non sono state ancora intaccate, nonostante le strette legislative che si sono succedute dagli anni novanta in poi, e più di recente dai “tornelli” di Brunetta alla semplificazione delle procedure di sospensione e di licenziamento per l’attestazione delle firme false.

Il fallimento del globale

24/07/2016
Quando sul finire degli anni Ottanta nel mondo si cominciò a parlare di globalizzazione, da tutte le parti si issarono bandiere trionfalistiche immaginando che questo fatto straordinario potesse consolidare il concetto di solidarietà e di bene comune. 

Geopolitica del terrore

23/07/2016
Se sono apparse da subito evidenti le ripercussioni negative, a livello di psicologia di massa, della recrudescenza degli atti di terrorismo internazionale con tutta la loro carica di letale imprevedibilità, non meno rimarchevole è il colpo assestato agli organismi internazionali che negli ultimi decenni hanno garantito con la loro sola presenza, la stabilità degli assetti geostrategici e politici.

La settimana più pazza del secolo

22/07/2016
Quella che è appena trascorsa può essere ricordata come la settimana più pazza del secolo. Da tempo gli orizzonti internazionali sono diventati sempre più minacciosi. La guerra si è insediata in vaste regioni del pianeta e sta cingendo d’assedio, a sud e ad est, le regioni dell’Europa che per settant’anni erano riuscite a mantenere la pace dolorosamente riconquistata nel 1945. 

Quando il calcio è integrazione

21/07/2016
Ci sono date che diventano storia. Il 19 luglio di cinquant’anni fa, una città inglese operaia e di provincia come Middlesbrough diventa il palcoscenico di una partita ancora oggi indimenticabile. L’Italia perde contro la sconosciuta Corea del Nord.  

Grandi manovre d’estate

20/07/2016
Nonostante il caldo estivo, il mondo politico è attraversato da fibrillazioni come da tempo non accadeva. La minoranza dem ha avanzato formalmente una proposta di nuova legge elettorale. E il berluschino ha detto (aria fritta o qualcosa in piu?) che in materia il Parlamento è sovrano. Insomma, l'incertezza sull'esito del referendum, accresciuta dalla mobilità elettorale dimostrata dalle recenti amministrative, produce un infittirsi di manovre e di intrighi, di cambi di casacca e di inciuci. Al cui centro, per uno dei paradossi della politica, appare l'ex Cavaliere.

La scommessa del Polo turistico

19/07/2016
Grande interesse ha suscitato la notizia, di qualche settimana fa, che a Napoli è stata siglata l'intesa sulle procedure per accelerare gli investimenti pubblici e privati a "burocrazia zero" per favorire la partecipazione degli investitori nel settore turistico.

L’Italia ad un solo binario

18/07/2016
La tragedia dello scontro dei due treni in Puglia, con i suoi 23 morti non è solo una tragedia pugliese. E’ anche una tragedia italiana perché l’Italia, e da tempo immemorabile, viaggia su un solo binario e perché le cause risiedono nella lentezza della burocrazia, nelle migliaia di leggi (europee, nazionali, regionali), nei mille regolamenti, nell’insufficiente finanziamento di opere e strutture che non richiamano i Mass media e non fanno voti con la propaganda, (l’Alta velocità, la TAV e, addirittura, ancora il Ponte sullo stretto).

La dignità perduta

17/07/2016
Ho sempre avuto grande rispetto e stima per Paolo Foti. Ne conosco i trascorsi, i sacrifici fatti per collocarsi nella realtà politica e civile di Avellino. E’, in sostanza, una bella persona, come si dice dalle nostre parti. Ma da un po’ di tempo confesso di non capirlo. Probabilmente egli si è assunto una responsabilità che lo sovrasta . O, forse, è semplicemente manovrato da chi intende mettere le mani sulla città.

Terrorismo e politica, vincitori e vinti

16/07/2016
L’orrenda strage di Nizza, pur così apparentemente casuale nel suo svolgimento, era stata accuratamente pianificata dalla centrale del terrorismo internazionale che da tempo organizza e coordina l’esportazione della guerra dal Medio Oriente, dall’Africa e dalla Mesopotamia verso l’Occidente e l’Europa in particolare.

Se ti cancello l’opposizione

15/07/2016
Finale di partita per le richieste di referendum sulla riforma costituzionale. Oggi scadono i tre mesi previsti dall’art. 138 della Costituzione nell’arco dei quali può essere presentata la richiesta di sottoporre a referendum popolare la legge di riforma della Costituzione che non sia stata approvata da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti.

Il sogno di Craxi e le monetine del Raphael

14/07/2016
Primum vivere. A pronunciare queste parole è il 16 luglio 1976 Bettino Craxi che è appena stato eletto segretario del partito socialista in un albergo della periferia romana. Quarant’anni fa. Un’Italia diversa scossa dal terrorismo e politicamente fragile. Il paese oggi è ancora fragile e alle prese con una crisi economica lunga e con un eccesso di ostilità e acredine. 

Riforma costituzionale, che errore

13/07/2016
Il premier secondo una indiscrezione rivelata dal deputato leghista Grimoldi, segretario della Lega lombarda e braccio destro di Salvini (non smentito da Palazzo Chigi) - avrebbe confidato la sua insospettabile idea della riforma Boschi a un gruppo di parlamentari, non solo della Lega. Essi sarebbero pronti a confermare. D'altra parte, quella opinione espressa in modo così rude non fa che avvalorare quanto sottolineato da molti costituzionalisti. E cioé l'estrema contraddittorietà di una riforma che doveva abolire il bicameralismo. E non lo ha fatto.

“Uno a te, uno a me”

12/07/2016
Il dibattito sino al momento in cui Barbara Bellerio, magistrato della Corte di Appello di Milano, non interveniva era inamidato. Così lo ha descritto dalle pagine del Corriere della Sera Luigi Ferrarella. La dottoressa Bellerio “allenta la cravatta al dibattito” (inamidato) della prima giornata itinerante dell’associazione nazionale magistrati neo presieduta dal dottor Piercamillo Davigo.



Cerchi un articolo precedente? Naviga tra le pagine cliccando sui numeri qui sotto.
Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   

Cerchi un articolo in particolare? Utilizza la funzione Cerca nel sito per trovarlo in base alle parole chiave.


          Eccellenza
          Promozione
CORRIERE Quotidiano dell'Irpinia fondato da Gianni Festa Notizie e approfondimenti di cronaca, politica, economia e sport con foto, immagini e video. Meteo, annunci di lavoro, immobiliari e auto.